venerdì 24 ottobre 2014

Spaghetti con peperoni e acciughe


Dobbiamo volerci bene sempre, ogni singolo giorno della nostra esistenza.
Dobbiamo coccolarci, amarci, saper ascoltare i segnali del nostro corpo. Dobbiamo curarci.
E la cura non deve arrivare solo nei giorni in cui ci ritroviamo malati, quando il fisico non regge e restituisce i primi segnali di problemi, probabilmente più profondi.
Ci dobbiamo rispettare, perchè in fondo la cosa più importante che abbiamo siamo noi stessi.
Il nostro corpo, la nostra anima e la nostra intelligenza.

mercoledì 22 ottobre 2014

#40/52 attesa


Ti siedi su un divano, e attendi il tempo che passi. Perché quando non hai tempo, ti sembra proprio di averne un bisogno disperato. E quando hai tutto il tempo che vuoi, quasi non sai cosa farne.
Attendi l’ora del tè, con quella fetta di crostata che ti tira su il morale.
Lo spuntare del sole, il vento che inizia a soffiare e sbuffare nel primo pomeriggio. Attendi un messaggio di chi ti chiede come stai, di chi si preoccupa per te. Un citofono che suona e una visita inaspettata. 

venerdì 17 ottobre 2014

#41/52 correre da.


Quando ti senti stanco, e pensi di non farcela, è come se fossi stanco della vita stessa. Di quello che succede, di quello che ti gira intorno.
Sei stanco, e semplicemente non ne hai più voglia.
Ti senti un peso sulle spalle, che ti schiaccia in giù, quasi avessi un elefante da portare "a caliggia".
Stacchi la spina, o almeno ci provi, ti butti in strada e corri. Verso un treno, verso una partita di calcetto, verso un bicchiere di vino. Verso una mano che ti sistema i capelli dietro un orecchio. Verso una bocca da baciare, da sorridere. Verso una zuppa di funghi porcini appena colti.